fbpx
Croci Torti: "Ci godiamo la positività del momento, ma restiamo con i piedi per terra"

Croci Torti: “Ci godiamo il momento, ma restiamo con i piedi per terra”

Intervistato da FC Lugano Media House, l’assistente allenatore Mattia Croci Torti ha parlato del momento che sta vivendo la squadra:

“È quattro anni che sono qua a Lugano. Sono stati intensi, pieni di gioia, di grandi partite, con due avventure in Europa League e anche con momenti di difficoltà. Tuttavia devo dire che in questi quattro anni il gruppo non è mai venuto a mancare, infatti abbiamo sempre reagito colpo su colpo alle nostre difficoltà. In Svizzera, essendo un campionato a dieci squadre, ci sono sempre dei momenti dove non è facile riuscire ad avere dei risultati positivi. Per questo motivo ora credo che ci stiamo anche godendo questo momento, che deve essere vissuto con spensieratezza, perché è bello ogni tanto arrivare al campo ed essere estremamente felici, senza preoccupazioni”.

“Questa è una bella spinta per provare a rimanere il più in alto possibile. Se qualcuno mi chiedesse se questa è una sorpresa, risponderei che forse solo essere primi lo è. Questa è una buona squadra, un gruppo che sta continuando un percorso che ha iniziato un anno fa delle cui potenzialità sono sempre stato convinto. La società ha fatto un grande lavoro a non smantellarla e i risultati sono quelli che stiamo ottenendo quest’anno”. 

“Noi rimaniamo con i piedi per terra, proprio perché nessuno di noi si è mai montato la testa o ha volato troppo alto. Siamo solo molto felici per quello che stiamo ottenendo. Questi risultati ci danno consapevolezza, morale e noi cerchiamo solo di seguire questo trend. Ogni tanto è bello farsi trasportare dalle onde e adesso ci facciamo trasportare da questa bella ondata di positività. I momenti duri arriveranno, ma questo momento ci deve dare solo forza per il proseguimento del campionato”. 

“Durante le pause delle Nazionali cerchiamo sempre di mettere un po’ a fuoco la condizione fisica, perché sono alcuni dei pochi periodi dove possiamo lavorare intensamente. Magari cerchiamo anche di correggere qualche dettaglio individuale con i giocatori. Cerchiamo di approfittare di questi momenti per stare più tempo con loro. Tante volte queste pause servono per avvicinarsi ai giocatori, per capire i loro bisogni e i loro sentimenti, per cercare di migliorare tutto il gruppo. In questo momento, aspettando i giocatori impegnati con le rispettive Nazionali, stiamo lavorando su tutti i dettagli che dobbiamo migliorare”.

“I tifosi ci guardano. In questo momento di difficoltà, effettivamente triste per via di questa pandemia, cerchiamo di regalare loro gioia e felicità con i risultati, attraverso le immagini TV. Sperando in tempi migliori perché, nelle partite durante le quali abbiamo avuto del pubblico, si sono sempre fatti sentire. I ragazzi hanno sempre piacere ad andare sotto le tribune ed erano contenti nelle ultime partite quando i ragazzi della curva sono venuti a sostenerli fuori dallo stadio. Adesso dobbiamo cercare di giocare anche per loro e di farli divertire da casa, anche se si soffre di più”. 

Ascolta l'audio dell'articolo