fbpx
Ciao Luciano

Ciao Luciano

Settore 1, fila 8, posto 864. Questo era il seggiolino di Luciano Gianola allo stadio di Cornaredo. Da oggi quel seggiolino sarà un po’ più vuoto, perché Luciano ci ha lasciati nelle scorse ore. 

Chi vi scrive è arrivato nella famiglia dell’FC Lugano nell’estate del 2017 e ha imparato a conoscere e amare Luciano rapidamente. Luciano veniva spesso a trovarci in ufficio e a Natale non faceva mai mancare un pensiero per ognuno di noi. Ci definiva la sua famiglia e ce lo diceva con quei suoi occhi vispi e furbi, di chi nella vita ne aveva vissute tante. 

Noi con piacere lo siamo stati, un po’, la sua famiglia… almeno quando si parlava di calcio. Il suo FC Lugano infatti, quando la salute glielo permetteva, non lo abbandonava mai. In casa, ma anche in trasferta. Spesso si spostava in treno, a volte in automobile con qualcuno di noi dipendenti. Ci fu una volta che, dopo una freddissima trasferta di novembre, si prese un malanno dovuto alle temperature gelide e all’umidità e vi posso garantire che la preoccupazione all’interno della famiglia bianconera era tanta. 

Luciano era così, di poche parole ma con tanto calore per il suo club. Da oggi, alzando lo sguardo verso la tribuna durante le partite, lo ricorderemo con il suo sorriso e l’immancabile cappellino.

Altri articoli

Prima Squadra
Titolarità e assist per Celar nella Slovenia
Femminile
Una triste sconfitta per le bianconere 1