fbpx
Test: Inter-Lugano (4-0)

Test: Inter-Lugano 5-0 (4-0)

Impegnativo test d’allenamento prima dell’inizio del campionato per il Lugano. Alla Pinetina di Appiano Gentile la squadra ticinese ha affrontato l’Inter di Antonio Conte.  La partita si è chiusa sul 5-0 per i nerazzurri che hanno mostrato a tratti la forza tecnica dei singoli e il maggior cinismo di una squadra professionistica di altissimo livello. Di regola le amichevoli contro squadre italiane vengono disputate all’inizio della preparazione o durante le soste di campionato, quando diversi elementi sono impegnati con le rispettive nazionali. Qui invece siamo a una settimana dall’inizio del campionato, con molti giocatori (vedi Nainggolan e Perisic) rientrati da prestiti e che devono convincere l’allenatore. Senza dimenticare gli acquisti, da Kolarov ad Hakimi. Un test con i fiocchi insomma per il Lugano contro la squadra che è arrivata in finale di Europa League e che nelle ultime settimane si è ulteriormente rinforzata.

Il primo tempo ha confermato l’assunto. Il Lugano, ben disposto in campo, è stato castigato a ogni minimo errore. Dopo la rete di Albert in apertura, su contropiede nerazzurro, sono stati i bianconeri ad attaccare maggiormente. Ci sono stati un palo di Bottani  e due belle conclusioni di Gerndt e Lovric finite di poco a lato. Poi, dopo la mezzora, Kesckes ha fortunosamente deviato nella propria rete un tiro avversario. Un gol che ha un po’ disorientato i ragazzi di Jacobacci che nel giro di due minuti hanno subito altre due reti ad opera di Lautaro Martinez, sempre su palloni persi a centrocampo.

Nella ripresa l’Inter è passata ancora su rigore (fallo del portiere Osigwe su Lukaku). Poi la gara si è fatta più equilibrata e i giovani inseriti da Jacobacci (su tutti Tommaso Centinaro  che il 1. ottobre comprerà 18 anni) hanno retto bene il confronto guidati dall’esperienza di Covilo. Una partita di allenamento d’alto livello che ha permesso di mettere chilometri nelle gambe e di assestare i reparti, anche se ci sarà ancora del lavoro da fare in vista dell’esordio di sabato a Cornaredo contro il Lucerna.

RETI: 4′ Dalbert, 36′ Kesckes (autogol), 38′ e 42′ Lautaro, 47′ Lukaku (rigore).

LUGANO (4-2-3-1): Osigwe, Guerrero, Kesckes, Maric, Lavanchy, Guidotti, Sabbatini, Holender, Lovric, Bottani, Gerndt, Indisponibili: Baumann, Daprelà, Macek.

LUGANO (dal 65′): Soldini, De Queiroz, Covilo, Selasi, Jovanovic, Guidotti, Centinaro, Manicone, Seferaj, Lungoyi, Ardaiz. 

INTER: Handanovic, Ranocchia, Skriniar, Bastoni, Gagliardini, Hakimi, Dalbert, Barella, Sensi, Lautaro Martinez, Sanchez.

INTER (secondo tempo):Radu, D’Ambrosio, De Vrij, Young, Kolarov, Nainggolan, Eriksen, Brozovic, Perisic, Salcedo, Lukaku.  

Ascolta l'audio dell'articolo