fbpx
    Zurigo-Lugano (0-0) 3

    Zurigo-Lugano 1-0 (0-0)

    Un palo e una traversa non sono bastati al Lugano per uscire con almeno un punto dal Lletzigrund. Un colpo di testa di Marchesano su corner ha infatti dato la vittoria allo Zurigo in una partita molto equilibrata che i bianconeri non avrebbero assolutamente meritato di perdere. I legni sono stati colpiti da Yao nel primo tempo e da Sabbatini nella ripresa. I bianconeri hanno avuto altre occasioni ma alla fine la fortuna è girata dalla parte dei padroni di casa.

    Da notare che a pochi minuti dalla fine Holender, dopo essersi liberato con un sombrero di un difensore, si è trovato a tu per tu con Brecher ma invece di calciare forse ha messo il pallone di piatto tra le braccia del portiere.

    L’azione (e l’occasione) più importante del primo tempo è stata di marca bianconera. Al 28′ Yao (Freshfocus) è sceso sulla sinistra ha evitato due avversari è entrato in area e ha messo al centro, il pallone è gli tornato tra i piedi e il difensore ivoriano  ha colpito il palo. Per il resto la prima parte della contesa ha visto un certo equilibrio: la retroguardia luganese ha controllato bene le offensive di Marchesano e soci. In avanti  il Lugano ha manovrato abbastanza bene sino all’area: è mancata un po’ di lucidità nelle conclusioni.

    RETE: 73′ Marchesano

    AMMONITI: Janga, Kramer, Kempter, Jefferson.

    LUGANO: Baumann, Kecskes, Maric, Daprelà, Lavanchy, Sabbatini, Selasi  (78′ Lungoyi), Lovric, Yao (90′ Covilo) (90′ Jefferson)  (78′ Holender), Gerndt (67′ Bottani), Janga. Indisponibili: Custodio, Rodriguez.

    ZURIGO: Brecher, Omeragic, Nathan, Ruegg, Kempter, Sohm, Schönbachler, Kempter, Marchesano, Tosin, Kramer. Indisponibile: Kololli.

    ARBITRO: Adrien Jaccottet. Assistenti: Vital Jobin,Remy Zgraggen. Quarto arbitro: David Schärli.

    Ascolta l'audio dell'articolo