fbpx
Gianmaria Frapolli

“Quando guardo il presidente Renzetti si vede che dietro c’è tanta passione”

FC Lugano Media House ha incontrato Casinò Lugano e il suo direttore Gianmaria Frapolli, che dopo aver parlato del momento che sta vivendo la casa da gioco, ha sottolineato quanto sia solida la partnership con l’FC Lugano.

Gianmaria Frapolli, quali sono le prossime sfide che attendono Casinò Lugano?

È una situazione di mercato non facile, però abbiamo importanti progetti e una grande squadra con cui li stiamo portando avanti… e comunque in un momento particolare si può sempre fare la differenza. Saremo il Casinò in Ticino che avrà l’attività online, che vedrà la sua partenza tra due mesi, e queste sono importanti sinergie che si potranno sfruttare domani dal profilo dell’attività terrestre ma anche online. La nostra offerta cambia e con l’online anche il nostro mercato di riferimento cambia, perché non saremo più in un mercato legato solo al territorio ticinese e all’Italia, ma saremo un Casinò che andrà a collocarsi sul mercato svizzero in generale.

Come vede il Casinò del prossimo futuro?

Vedo un Casinò dinamico e una squadra molto importante e affiatata pronta ad affrontare nuove sfide. Sfide che porteremo avanti noi con grande passione interna, cercando da questo punto di vista di far si che quando i nostri clienti vengono a trovarci si sentano a casa o che quando giocheranno anche online, si sentano comunque a casa, proprio perché vogliamo cercare di dare l’entertainment migliore possibile alle persone che hanno la passione del Casinò e del gioco in generale.

Nonostante la crisi legata al Covid 19, non avete mai smesso di sostenere l’FC Lugano, sono segnali concreti nei confronti della città e del territorio

Il sostegno che Casinò Lugano cerca di dare è un sostegno a un’attività o a una squadra, in questo caso il Football Club Lugano, che ha un aspetto strategico da questo punto di vista, anche perché comunque Casinò Lugano è sollecitato in modo importante per quanto riguarda le sponsorizzazioni in generale. Noi dobbiamo scegliere le sponsorizzazioni, che in questo caso sono delle partnership, che permettono all’attività di Casinò Lugano di essere visibile nel resto della Svizzera con oggettività. Quello che però cerchiamo di fare in modo importante è, con i risultati che abbiamo, di ridistribuire alla città. Quest’anno l’abbiamo fatto sui risultati del 2019, ridistribuendo dieci milioni di dividendo, di cui sette sono andati alla città. Il nostro obiettivo è quello di fare delle sponsorizzazioni che sono legate in modo importante a dei ritorni che vengono generati sull’attività e dall’altra parte destinare alla città fondi che poi la stessa può utilizzare per fare stare bene altre realtà da questo punto di vista.

La partnership tra il Club e Casinò Lugano vi ha permesso di essere molto presenti sul mercato locale, nazionale e nel Nord Italia uno dei vostri mercati di riferimento

Le partnership alla fine sono sempre quelle che fanno la differenza. L’attività che il nostro marketing interno svolge da questo punto di vista, in collaborazione con l’FC Lugano, ha permesso di trovare delle soluzioni che non permettessero unicamente di avere uno sponsoring sulla maglia, ma che fossero propedeutiche a generare delle situazioni per le quali la visibilità di Casinò Lugano sia molto più ampia. Questo è frutto del lavoro, di una partnership e comunque di un gioco di squadra che viene fatto, non solo tra chi è all’interno del mondo del Casinò, ma anche con chi ci si relaziona esternamente. Se si lavora in modo propositivo, proattivo e con la volontà di generare soluzioni questi sono i risultati e quindi è bello andare avanti a lavorare così.

La si può definire una collaborazione di successo, perché dopo le avventure europee il Club si trova ora in testa alla Super League con il marchio di Casinò Lugano sul petto

Le cose non succedono per caso. Le cose sono fonte di impegno, lavoro, sacrifici, ma poi alla fine i risultati arrivano perché dietro c’è la grande passione. Io vedo il presidente Renzetti quando parla o quando porta avanti i propri valori. Si vede che dietro c’è tanta passione in quello che lui propone. Quindi se sei mosso dalla passione e dalla volontà di fare, alla fine le cose succedono perché poi la gente lo percepisce. Non sono i soldi che fanno la differenza, ma soprattutto come li usi e la volontà di creare quel gruppo ti porta poi a spingerti sempre più in alto. Mi dispiace, si possono avere tutti i soldi che si vogliono, ma se non sei in grado di creare l’atmosfera giusta per poter fare il risultato poi alla fine non lo fai. La nostra concorrenza è grande, come lo è la concorrenza delle squadre di calcio. I budget sono totalmente diversi ma si può essere primi non avendo grandi budget, ma avendo veramente la passione di voler fare bene.

Ascolta l'audio dell'articolo