Il sogno ricorrente di ogni bambino che gioca a calcio? 1

    Un maestro, un bambino, un pallone, un pizzico di magìa: Simone Riccardi is back!

    Nel suo stile ci sono arte e magia. Nessun pennello, nessuna bacchetta magica. Basta un pallone. Accompagnato da costante esercizio ed enorme passione. Ciò che – come in una scia di luce – cerca di trasmettere ai ragazzi del nostro Settore Giovanile.

    Lui è Simone Riccardi, maestro della tecnica, dalla scorsa stagione fondamentale figura di completamento e arricchimento dello staff. Che una settimana al mese porta sul campo le sue strabilianti qualità per insegnare ai giovani calciatori quel “qualcosa in più”, che spesso può fare la differenza. In un dribbling, una finta, un semplice tocco.

    Dal 27 gennaio al 1 febbraio, tornerà a Lugano, per lavorare con le varie annate dalla U8 alla U14. E per una lezione privata, assolutamente da non perdere (i posti sono limitati, occorre affrettarsi).

    “Ci stiamo concentrando con i più piccoli sul dominio palla e sul palleggio mentre con i più grandi sull’importanza del primo tocco, i cambi di direzione e il tiro – spiega lo specialista bianconero -. I ragazzi mi seguono, si divertono, apprendono. Sono sicuro che col tempo i benefici si vedranno anche nelle partite. Poi, e questo è essenziale, sperimentano anche a casa e mi mandano i video. Sono felice nel vedere la felicità dei loro occhi, quando imparano qualche nuova giocata”.

    La chance di una full immersion con “El Jesus”, questo il suo nome d’arte e della sua “Akkademy”, è fissata per mercoledì 29 gennaio, sul campo di Cornaredo.

    “Aspetto i ragazzi che hanno voglia di imparare a stupire”.
    Come lui fa, e insegna, ormai da parecchi anni.
    Quale regalo migliore, cari genitori, per far brillare gli occhi dei vostri apprendisti calciatori?

    PER ISCRIVERSI E SCOPRIRE MAGGIORI INFO, SCARICA IL VOLANTINO IN .PDF QUI ->