fbpx
Thun-Lugano (2-1) 2

Thun-Lugano 3-2 (2-1)

Il Lugano ha perso quella che è stata una vera e propria battaglia, combattuta sino allo stremo e non priva di errori da una parte e dall’altra. Quasi tutti i cinque gol sono arrivati su palle ferme.

Due reti fotocopia su calcio d’angolo nel giro di quattro minuti hanno reso ancor più non salita una partita che il Lugano non aveva già cominciato nelle migliori condizioni. Assenti i due terzini titolari Lavanchy e Obexer e il faro di centrocampo Sabbatini, la situazione si è ulteriormente complicata con gli infortuni di Guidotti e Selasi che avrebbero dovuto giostrare a centrocampo. Nell’allenamento di sabato mattina poi Custodio è pesantemente caduto su una spalla e il suo impiego è stato in forse sino all’ultimo, tanto che il giocatore ha giocato con un’infiltrazione.

Il Thun dal canto suo si giocava oggi il tutto per tutto e ha schierato una formazione inedita, molto fisica, lasciando Tosetti un panchina e inserendo la coppia di giganti Rapp e Munsy in attacco.

Nei primi venti minuti in due occasioni su corner i padroni di casa sono passati prima con Kablan e poi con Stillhart, sempre di testa. Sul finire del tempo Maric (Freshfocus) ha trasformato (due volte perché sulla prima l’arbitro ha fatto ripetere) un calcio di rigore concesso per fallo su Sulmoni.

Nella ripresa è stato ancora il Thun a passare per primo con Munsy dopo che una sua rete era stata annullata dal VAR per fuorigioco. Anche questo terzo punto bernese è parso viziato da un fallo di mano al limite dell’area da parte del giocatore che poi ha servito Munsy. Un lancio di Custodio è poi stato deviato nella propria porta di testa da Sutter e la partita si è riaperta con i bianconeri che generosamente negli ultimi 15 minuti si sono buttati tutti in avanti senza riuscire però a battere Faivre. Clamorosa nei minuti di recupero una deviazione di Holender finita sulla traversa e poi a fondo campo.

RETI: 17′ Kablan, 21′ Stillhart, 41′ Maric (rigore), 58′ Munsy, 62′ autorete Sutter

SPETTATORI: 4’188

AMMONITI:  Munsy, Aratore, Rapp, Custodio.

LUGANO: Baumann, Yao, Maric, Sulmoni, Daprelà, Lovric, Covilo, Custodio, Bottani, Gerndt, Aratore (82′ Holender). Indisponibili: Lavanchy (squalificato), Obexer, Guidotti, Sabbatini, Rodriguez, Selasi (infortunati).

THUN: Faivre, Glarner, Havenaar, Kablan, Sutter, Hasler, Stillhart, Bertone, Castroman,  Munsy, Rapp. Indisponibili: Hediger e Bigler (infortunati).

ARBITRO: Lukas Fähndrich. Assistenti: Jean-Yves Wicht e Christopher Chaillet. Quarto arbitro: Nico Gianforte.