fbpx
Segnali di crescita dell’Fc Lugano Femminile, ma a Cornaredo passa il San Gallo-Staad 1-3

Segnali di crescita dell’FC Lugano Femminile, ma a Cornaredo passa il San Gallo-Staad 1-3

Era l’84’ quando Lora Petrova grazie a una caparbia azione personale ha firmato la terza rete stagionale per l’FC Lugano Femminile. Un raggio di sole che fa ben sperare per il futuro in una giornata che ha visto purtroppo ancora capitolare la squadra di mister Antonelli contro il San Gallo-Staad nel recupero della 13a giornata dell’AXA Women’s Super League rinviata lo scorso mese di dicembre.

Allo Stadio Comunale di Cornaredo, si presentano due squadre con tanta voglia di giocare dopo lo stop di quasi due mesi. Le bianconere provano a rompere gli schemi della avversario dell’FC San Gallo-Staad, ma già nel primo tempo si vede come la formazione di Marco Zwyssig, schierata con un offensivo 4-3-3, è più padrona del campo. Una doppietta di Anna Sutter al 13’ e al 35’ fa pendere poi decisamente l’ago della bilancia verso il San Gallo-Staad, in divisa bianco-blu. Si va al riposo sul risultato di 0-2 a favore della squadra ospite.

Molto più convincente la ripresa del Lugano, che conquista campo metro per metro e con Petrova mette in difficoltà le linee avversarie. Al 64’ Cristina Carp potrebbe ridurre lo svantaggio, ma la sua conclusione non è fortunata. Alla ricerca del gol, il Lugano Femminile finisce inevitabilmente per concedere qualche spazio in più alle avversarie. La terza rete del San Gallo-Staad arriva così al 76’, complice un vero e proprio pasticcio difensivo delle bianconere. La capitana avversaria Bischof ringrazia e mette in rete il 3-0.

Nonostante il pesante passivo la squadra di mister Antonelli continua a mietere gioco e non si arrende. Petrova è una spina nel fianco tra il centrocampo e la difesa avversaria e firma una meritatissima rete all’84’. Il parziale potrebbe ulteriormente ridursi sette minuti più tardi. Sempre con Petrova che all’89’ si libera sulla destra e mette un cross corto in area. Arriva Andersson, ma il suo tiro rasoterra è troppo debole e centrale per mettere in difficoltà il portiere sangallese Oertle. Dopo i due minuti di recupero concessi dall’arbitro Simona Ghisletta si chiude il match con il risultato definitivo di 1-3. Per l’FC Lugano Femminile oltre al terzo gol stagionale la consapevolezza che la strada è ancora in salita, ma i primi progressi si sono sicuramente visti.

Ascolta l'audio dell'articolo