fbpx
Un'immagine di un allenamento dell'FC Lugano

Regole più severe per rinviare le partite

L’assemblea generale della SFL, tenutasi in forma scritta venerdì 20 novembre 2020, ha approvato la modifica del regolamento di gioco per quanto concerne i criteri per poter chiedere il rinvio di una partita.

Se fino ad oggi occorreva che almeno 6 giocatori fossero ammalati della stessa malattia contagiosa (o in quarantena), d’ora in poi, per evitare speculazioni e per cercare di ridurre le partite rinviabili, ogni squadra di Raiffeisen Super League dovrà fornire alla SFL una lista di almeno 30 giocatori (di cui 4 portieri) e, se avrà almeno 14 giocatori a disposizione più 2 portieri (di cui uno dei due portieri principali) sarà obbligata a giocare. In Challenge League vale lo stesso principio ma la lista sarà di 25 giocatori (di cui almeno 3 portieri). Non sono ritenuti a disposizione giocatori in isolamento (ammalati di Covid-19), in quarantena, squalificati o infortunati. Inoltre, nel caso dei giocatori in isolamento, i primi cinque giorni dopo l’isolamento i giocatori in questione potranno (a discrezione del club) essere ritenuti non a disposizione poiché in una fase di riatletizzazione.

I club, tra cui l’FC Lugano, invieranno la lista alla SFL entro la prossima partita di campionato, e per arrivare a 30 dovranno aggiungere alla normale lista di contingente dei giovani U21 formati localmente.

Ascolta l'audio dell'articolo