fbpx
Pareggio al vertice di Prima Lega, sconfitta la Femminile

Prima Lega: pareggio tra Lugano e Tuggen, sconfitta la Femminile

Lo scontro al vertice del campionato di Prima Lega tra Lugano II e Tuggen si è concluso in parità (1-1). La partita è iniziata con il Lugano a controllare la palla e il Tuggen molto solido in difesa. Al 10’ dopo una leggerezza a metà campo gli ospiti confezionano una bellissima azione in velocità e riescono a portarsi in vantaggio. La partita vede proseguire il Lugano alla ricerca dello spiraglio per pareggiare senza trovare giocate di qualità in attacco e il Tuggen che controlla e cerca di ripartire con velocità. Non ci sono occasioni da rete fino all’1:1 di Morandi che premia lo sforzo dei giovani bianconeri per il pressing cercato con costanza.
Nel secondo tempo Maccoppi (foto) e compagni hanno cercato di giocare in maniera più diretta con giocate verticale cercando di sfruttare la velocità dei nuovi entrati. La partita è risultata più aperta ed entrambe le squadre hanno sfiorato il gol in un paio di occasioni. Il risultato non è però più cambiato.

Moresi: pareggio importante

Questo il commento del tecnico luganese Ludo Moresi: “Alla fine si poteva anche vincere anche se credo che l’1:1 sia un risultato corretto. Il Tuggen è una squadra molto forte per la categoria e non perdere oggi era importante anche per la nostra autostima. Dobbiamo tenere alta la concentrazione per cercare sempre di migliorare il nostro livello di prestazione. Le prossime tre gare ci diranno se abbiamo la maturità per farlo!”.

Femminile: battuta a Küsnacht (4-1)

Per il campionato di LNB femminile il Lugano è stato sconfitto per 4-1 a Küssnacht am Rigi. Si è giocato su un campo al limite della praticabilità per la pioggia e per una partita partita di 3a lega disputata in precedenza. Nei primi 15 minuti le bianconere sono apparse bene disposte in campo e hanno sfiorato due volte il gol, di cui uno a tu per tu con il portiere. Subito dopo è arrivata la doccia gelata: alla prima discesa sulla fascia, distrazione su cross e gol del Küssnacht con un bel tiro. Il Lugano accusa il colpo ma riprende a giocare con una determinazione che porta al pareggio al 36’ con Matilde Gianola, che insacca su uscita del portiere, dopo una bella combinazione con Peverelli.  Nella ripresa neanche il tempo di rientrare in campo che al primo minuto si è subìto il gol del 2-1 di testa su calcio d’angolo. Si è tentata una reazione ma Küssnacht è apparso più determinato e volenteroso a volere il risultato e in contropiede è passato sul 3-1. Quasi allo scadere è arrivato anche il 4-1. Per quanto visto in campo sconfitta eccessiva nel risultato anche se  la vittoria dei padroni di casa è meritata vista la voglia messa in campo. Sul fronte bianconero  da notare il buon comportamento di  tutte le più giovani del gruppo, Matilde Gianola (2006) e Giada Peverelli (2005) hanno tentato in tutti i modi di provare a dare una direzione diversa alla squadra ma non sono state sostenute da chi magari ha più esperienza di loro che dovrebbe trascinare e invece getta la spugna. Instancabile Neva Patocchi che si è battuta su tutti i palloni e ha corso aiutando tutti.

Mister: più sacrificio e coraggio

Questa la dichiarazione di mister Paolillo a fine gara: “Sinceramente dopo la partita con il Sion mi aspettavo una consapevolezza maggiore dei propri mezzi e la volontà di battersi fino alla fine sempre e in ogni partita. Non dobbiamo avere queste prestazioni così diverse da una settimana all’altra, ma dobbiamo cercare di mostrare continuità. Per far questo chiedo sempre più disponibilità al sacrificio e più coraggio da parte di tutte”.

Team Ticino femminile

TT femminile U15 – ABC 2099 3-0

TT femminile U14 – Rapid Lugano 1  0-5

Rapid Lugano 2 –  TT femminile U17  2-6

Team Ticino

TT TTA U15 – San Gallo 4-3

GC – TT U18 2-1

GC – TT U16 élite 1-1

Academy bianconera

Lucerna – Lugano FE 13 1-3

Lucerna – Lugano FE 14 8-9

Altri articoli

News
Lugano-Servette 3
Prima Squadra
Sabbatini spesso in gol contro il Servette 2