fbpx
Lugano-Basilea 1-0 (0-0) 2

Lugano-Basilea 1-0 (0-0)

Questo Lugano non si ferma più. Al termine di una partita estremamente combattuta con occasioni da una parte e dall’altra i bianconeri ci hanno creduto di più e sono stati premiati. Eravamo ormai ai secondi finali del recupero e un pallone conquistato di testa da Bottani su Klose (come dire 1.70 contro 1.95!) ha permesso una discesa sulla fascia destra di Odgaard con servizio in area per lo stesso numero dieci che non si è fatto pregare e ha battuto Lindner di sinistro nel tripudio generale. Una vittoria sofferta ma fortemente voluta, i ragazzi del presidente Renzetti non si sono mai tirati indietro nonostante le grandi individualità del Basilea. E quando butti il cuore oltre l’ostacolo i risultati ti premiano. Tre punti pesantissimi quelli conquistati oggi che confermano quanto Maric e compagni siano una bella realtà del campionato. Contro i renani Jacobacci ha dovuto fare a meno di Custodio, Sabbatini e Oss. Ma Covilo, Lungoyi e Macek non li hanno fatti rimpiangere. La squadra si è espressa per tutti i 90 minuti a buoni livelli, contenendo le folate offensive degli avversari quando bisognava farlo e orchestrando rapide manovre di contropiede. Il primo tempo è stato forse il migliore visto quest’anno a Cornaredo, nella ripresa il gran correre si è sentito e i bianconeri sono calati un pochino fronte alla spunta avversaria. Ma nonostante gli attacchi il portiere Baumann ha dovuto intervenire una sola volta, lo ha fatto alla grande al 70′ uscendo sui piedi di Cabral. Per il resto ottimo lavoro svolto dai difensori, dai centrocampisti e dalle due punte, sempre pronte a essere i primi baluardi. Mister Jacobacci ha poi favorito il colpo del ko con i cambi: Odgaard, Guidotti e Bottani sono stati artefici dell’azione del gol. Foto: TiPress.

RETE: 92′ Bottani

AMMONITI: Hajdari, Gerndt, Macek, Guerrero

LUGANO: Baumann, Kecskes, Maric, Daprelà, Lavanchy, Macek (65′ Guidotti), Covilo, Lovric, Guerrero (87′ Facchinetti), Gerndt (76′ Odgaard), Lungoyi. Indisponibili: Custodio (squalificato), Sabbatini e Oss (infortunati).

BASILEA: Lindner, Hajdari, Cömert, Klose, Padula, Frei, Kasami, Von Moos, Stocker, Van Wolfswinkel, Cabral 

ARBITRO: Lionel Tschudi. Assistenti: Sladan Josipovic e Pascal Hirzel. Quarto arbitro: David Schärli.