fbpx
    La SFL supporta la Confederazione: campionato interrotto almeno fino al 30 aprile

    La SFL supporta la Confederazione: campionato interrotto almeno fino al 30 aprile

    Dopo la decisione del Consiglio Federale, che ha proclamato la situazione straordinaria per tutta la Confederazione Svizzera, i club della Swiss Football League consapevoli del proprio ruolo sociale hanno deciso di interrompere da subito tutti gli allenamenti e le partite amichevoli fino a nuovo avviso. Venerdì scorso era inoltre già stato deciso di interrompere il campionato fino al 30 aprile.

    La SFL e i club sostengono la strategia del Consiglio Federale e tutte le misure messe in atto per rallentare la diffusione del Coronavirus e le relative conseguenze. Questi provvedimenti sono incisivi e possono salvare delle vite se seguiti alla lettera.

    Il calcio svizzero vuole dare il suo contributo alla società civile e invita tutti gli svizzeri a rispettare minuziosamente le raccomandazioni del governo, perché la protezione delle fasce più deboli della popolazione è l’obiettivo prioritario.

    Dal canto suo l’FC Lugano ha interrotto ogni attività sportiva a partire dal 12 marzo a seguito della Risoluzione dell’11 marzo 2020 della Repubblica e Cantone Ticino. La direzione della società sta lavorando intensamente alla ricerca di soluzioni che possano garantire la sopravvivenza a corto termine del club da un punto di vista economico e finanziario, e comunica a tutti che non verranno più rilasciate nel breve termine speculazioni su se, quando e come proseguirà il campionato, perché al momento di certezze non ve ne sono e perché è in corso una partita ben più importante e globale da vincere fuori dal terreno da gioco.

    Ascolta l'audio dell'articolo