fbpx
    Jacobacci: voglio più profondità

    Jacobacci: voglio più profondità

    Al termine dell’amichevole con il Kriens vinta grazie a una rete di Holender, il tecnico bianconero Maurizio Jacobacci ha risposto alle domande dei cronisti presenti a Cornaredo.

    “Non posso dirmi soddisfatto al cento per cento, però abbiamo visto che le gambe e la mente sono più fresche, ma ci sono  ancora parecchie cose da correggere. Abbiamo disputato un buon test contro una squadra, il Kriens, che ha qualità soprattutto davanti. Non era facile affrontarli ma si sono viste cose interessanti, specie nel secondo tempo quando abbiamo messo un maggior  numero di palloni in profondità scavalcando la difesa e non sempre giocandola nei piedi. Questo è stato importante.”

    -Che progressi ti aspetti da qui a domenica?

    “Sicuramente  mi attendo la vivacità che è mancata ancora oggi, oltre a una maggior freschezza mentale e a più cattiveria. Dobbiamo mettere la palla in profondità e attaccare gli spazi che gli avversari lasciano: nel primo tempo lo abbiamo fatto troppo poco e sì che avevamo spesso il possesso della palla. Quando c’erano spazi non li abbiamo sfruttati a sufficienza. Sono convinto che questi aspetti li metteremo a posto. Di buono si è visto che cercavamo subito di andare a riconquistare il pallone , quello si è fatto bene.”

    -Con la partenza di Vécsei, Lovric avrà più spazio a disposizione; oggi ha dato buoni segnali.

    “Sandy è un giocatore che palla al piede è molto bravo, ha qualità importanti ed è migliorato pure  sul piano difensivo; sa farsi valere e recuperare palloni. Ha un buon piede anche per le punizioni e i calci d’angolo: sono caratteristiche importanti. Vediamo che indicazioni ci arriveranno questa settimana prima del match di San Gallo.”

    -E’ rientrato anche Gerndt, averlo al 100 per cento è un bel acquisto.

    “Sappiamo il valore di Alex, oggi ha trotterellato perché gli manca ancora parecchio per essere al top. Contro il Kriens  si è visto un Gerndt al 50 per cento, è ancora prudente negli scatti e nei tiri. Recuperarlo sarà molto importante”.

    -Junior non c’era oggi, come farete?

    “La sua posizione è al vaglio della società, si sta valutando la cessione come esplicitamente richiesto dal giocatore. E’ un peccato perché averlo in campo sarebbe importante, ma se dovesse partite arriverebbe sicuramente un altro attaccante al suo posto”.