fbpx
Lungoyi e Jacobacci

Jacobacci: “Sono molto orgoglioso della mia squadra”

Dopo lo spettacolare 4-4 del St. Jakob Park, Maurizio Jacobacci si è intrattenuto con i giornalisti.

“C’era da aspettarselo che loro in fase offensiva ci creassero problemi. Per quel motivo ho detto alla squadra di essere accorta e fare attenzione ai cross dalla fascia, perché hanno giocatori veramente forti come Ademi e Cabral di testa, che su ogni palla sono pericolosi. Purtroppo non siamo riusciti abbastanza ad impedire questi assist per loro e abbiamo subito due gol. Dispiace. È anche vero che per due volte abbiamo avuto sui nostri piedi la palla del 5-3 e anche per una certa bravura del loro portiere non siamo riusciti a segnare. Tuttavia quando si vengono a fare 4 gol a Basilea e si hanno altre occasionissime, è chiaro che la squadra ha fatto qualcosa di buono. Alla fine abbiamo sbagliato qualcosa in difesa e il Basilea ci ha puniti”.

È comunque un punto pesante. Prevale più la rabbia o la soddisfazione?

“Io sono molto orgoglioso della mia squadra. Oggi ha fatto veramente una grande partita contro una signora squadra. Lo ribadisco ancora. Il Basilea arrivava da un largo successo per 5-0 contro il San Gallo e noi siamo stati capaci di segnare 4 gol e di avere delle occasionissime. Prevale l’orgoglio per la squadra, anche sapendo che la vittoria e il quinto posto erano molto vicini. Essere quinti sarebbe stata una grande cosa per noi. Oggi ci troviamo ancora settimi e dobbiamo fare un punto per essere veramente salvi. Per me è incredibile che con 41 punti non siamo ancora tranquilli e mi dispiace per questo”.

 

Ascolta l'audio dell'articolo