fbpx
Jacobacci: ripetere la prova di sabato

Jacobacci: ripetere la prova di sabato

Il Lugano affronterà lo Zurigo, sabato al Letzigrund, nella seconda di campionato, con la stessa formazione che ha battuto in casa il Lucerna. Lo ha annunciato nella tradizionale conferenza stampa pre-match il tecnico Maurizio Jacobacci. “Non avrei motivo di cambiare dopo la bella prestazione fornita nella prima ora di gioco sabato scorso. Ma non dobbiamo fermarci qui. Un anno fa il Lugano inizio a Zurigo con un 4-0 e poi si è accomodato.  Non non vogliamo sederci ma proseguire la striscia positiva il più a lungo possibile perché questo dà carica. Per domani abbiamo due assenti: il portiere Baumann che si sta rimettendo dall’infortunio alla spalla e l’attaccante Lungoyi che ha rimediato due giornate di squalifica per il rosso ricevuto. Dispiace perché è stato un episodio evitabile, si è trattato di uno scontro involontario, Christopher aveva sbagliato il controllo e si è girato per recuperare il pallone ma l’avversario è stato più veloce e lui si è trovato il piede dell’altro sotto il suo.”

-Voi arrivate da una bella affermazione mentre lo Zurigo è a quota zero ed è stato eliminato dal Chiasso in Coppa svizzera. 

“Dobbiamo sapere che giochiamo contro una squadra importante, vogliamo farci trovare pronti perché battaglia sarà. Bisognerà soffrire, siamo una squadra che anche nei momenti difficili sa  stringere i denti e portare a casa il risultato come ha dimostrato anche negli ultimi venti minuti contro il Lucerna. Siamo sereni perché ripetendo i 70′ di sabato scorso e mettendo in campo la stessa attitudine potremo giocarcela: abbiamo dimostrato di essere pronti fisicamente ma anche nel palleggio, quando si mette sotto una squadra come il Lucerna significa che si ha qualità. Lo Zurigo non vince da dieci partite mentre noi al contrario non usciamo sconfitti da dieci turni. Significa tanto, vogliamo mantenere questa striscia positiva ma sappiano anche che dovremo mettere in campo grinta e umiltà: ogni serie ha sempre una fine e non vogliamo che ciò succeda al Letzigrund.”

-A Zurigo nel ritorno avevate giocato bene ma alla fine avevate perso per 1-0. C’è ancora rabbia per quel risultato?

“Ce la ricordiamo. Era stata una sconfitta che ha dato fastidio perché immeritata e arrivata su una palla attiva sulla quale eravamo ben piazzati, sul colpo di testa di Machesano (bravo lui) Lovric non aveva chiuso sul secondo palo come previsto. Da quella partita siamo cresciuti molto specie nella consapevolezza delle nostre qualità. Ma lo Zurigo resta una società importante con elementi di qualità. “

-Sarà importante passare in vantaggio in un match simile?

“Segnare per primi è sempre importante però credo che i miei ragazzi sappiano reagire anche nei momenti di difficoltà. Hanno mezzi per contrastare  anche eventi negativi. Ovvio che cercheremo di andare in vantaggio perché ciò ci darà maggiori possibilità.”

-Soddisfatto del debutto di Osigwe in porta?

“Certamente: ha dato sicurezza sin dall’inizio. E’ chiaro che la squadra l’ha aiutato, gli sono arrivati pochi palloni ma ha fatto un grande intervento quando ha deviato il tiro sul palo, poi è apparso sicuro nelle uscite. E’ stato bravo anche sul contropiede del Lucerna nel primo tempo, quando l’arbitro aveva fischiato rigore, a ritirare il piede per non entrare in contatto con l’avversario e ciò dimostra la sua intelligenza. Ha grande personalità e gli è dispiaciuto di aver subito la rete al 93′:  vuole cercare di mai prendere gol e questo è importante per un portiere.”

Altri articoli

NewsPrima Squadra
Franklin Sasere in prestito all'Hamrun Spartans
Prima Squadra
Zurigo-Lugano 2-2 (1-1)
Zurigo-Lugano 2-2 (1-1)