Jacobacci: meritavamo di vincere

    Jacobacci: meritavamo di vincere

    Il primo commento a fine gara è quello del tecnico svedese Uwe Rösler che ammette che i suoi “di più non potevano fare di più contro un Lugano che ha giocato bene e li ha messi in seria difficoltà.  I bianconeri hanno ricevuto molta energia con il nuovo allenatore, hanno giocato in modo diverso e con più determinazione rispetto a Malmoe”.

    Maurizio Jacobacci dal canto suo afferma che “c’è grande rammarico per non aver saputo vincere una partita che meritavamo chiaramente di aggiudicarci. Abbiamo creato varie palle gol che per sfortuna, imprecisione o bravura del portiere non abbiamo sfruttato. Questo specie nella parte centrale del secondo tempo, compreso il fuorigioco dubbio di Vécsei. Abbiamo messo in difficoltà gli svedesi controllando bene il loro numero 7 Bachirou che è il vero cervello della squadra. Hanno fatto un solo tiro in porta nei primi 45′ e uno nei secondi. Bravi noi a tenere anche sul piano fisico per 90′. Il Malmoe è una bella squadra e se li lasci giocare ti possono far male. Un bravo ai ragazzi per la partita disputata.”

    -Lei è più rammaricato o arrabbiato?

    “Non sono arrabbiato, della prestazione della squadra sono contento., Abbiamo creato diverse occasioni da rete e contro il Malmoe -secondo nel campionato svedese- non è evidente. Dispiace perché la squadra non meritava di finire zero a zero. Dobbiamo lavorare sulla concretezza; é incoraggiante comunque che in fase difensiva abbiamo fatto una grande partita”.

    -Il presidente non ha gradito la scelta di Holender dall’inizio per Gerndt. Come la giustifica?

    “Gerndt contro il Lucerna ha giocato con grande generosità ed è uscito dolorante, Volevo tutelarlo in vista anche del match di domenica con il Basilea che è una partita molto importante. Partendo dalla panchina poteva veramente far male negli ultimi 30 minuti e infatti se Holender avesse segnato sul suo passaggio sarebbe stato perfetto. L’ungherese sul piano difensivo ha fatto il suo, peccato che non è riuscito a segnare pur andando vicino in due occasioni. Holender è un giocatore del Lugano è mi è sembrato giusto impiegarlo dall’inizio, mentre in panchina ho tenuto Guidotti che poteva rimpiazzare eventualmente Custodio e Vécsei. Davanti avevo altre soluzioni per questo, dovendo scegliere, ho escluso Sasere dai 18. L’attaccante africano potrà venirci utile in futuro.”

    -Il tecnico del Malmoe ha fatto i complimenti al Lugano, rispetto a quello visto nell’andata, più combattivo e forte.

    “E’ un complimento che fa piacere, li abbiamo veramente messi in difficoltà, anche sulle fasce li abbiamo bloccati spesso. Sono bravi palleggiatori e se li lasciavamo fare potevano farci male, è merito nostro se il Malmoe non ha potuto giocare come d’abitudine. Ricordo che l’ultima partita di campionato hanno vinto 5-0. Specie davanti sono bravi con i piedi e nel gioco aereo.”