fbpx
1

Jacobacci: “Il loro primo gol ci ha tagliato le gambe”

A fine partita nei corridoi del Kybunpark il presidente Angelo Renzetti non nasconde rammarico e delusione. “Peccato perché nel primo tempo avevamo dimostrato di potercela giocare, eravamo ordinati  e abbiamo sfiorato il secondo gol. Poi nella ripresa -sotto la loro curva caldissima che ci aveva già condizionata all’andata- appena subito il pareggio ci siamo  disuniti. Ci manca una punta e si vede. Anche Gerndt è meglio che si fermi fin quando è guarito: così è a mezzo servizio e non serve. Dobbiamo stare attenti, è un ritorno difficile.”

Anche il tecnico Maurizio Jacobacci  pensa che “il gol del pareggio subito al decimo della ripresa ci ha tagliato le gambe. Fino a lì tenevamo testa al San Gallo e anzi nel primo tempo siamo stati superiori. Normalmente avremmo dovuto andare alla pausa con due reti di scarto, loro non hanno fatto un solo tiro. Poi quando abbiamo preso il  gol, invece di accettarlo cercando di continuare a giocare, abbiamo perso la bussola. C’era un fallo di mano a nostro favore non fischiato, la palla è finita in fallo laterale e loro sono ripartiti, Holender non ha liberato, Custodio era ancora dolorante e loro hanno segnato. Sul 2-1 con il sostegno del pubblico hanno trovato anche la terza  segnatura”.

“Non sono preoccupato però dobbiamo analizzare bene la partita e capire che anche se subisci un gol come quello odierno dobbiamo continuare a fare il nostro gioco senza lasciarci prendere dallo scoramento. Sull’uno a uno era tutto ancora aperto. Ripartiremo dal primo tempo di questa sera.”

“La panchina, penso ai tre giocatori subentrati, ha cercato di dare il suo contributo; entrare in quel momento  non era facile per nessuno. Dovevamo tutti gestire meglio la gara e non subire il secondo gol dopo pochi secondi dal primo.”

“Fino al 55′ avevamo il match in pugno, tutto si è girato con quel tiro sul primo palo che il nostro portiere poteva prendere. Ma in seguito è tutta la squadra che doveva mantenere calma e tranquillità, gestendo la partita in altra maniera. Invece abbiamo perso palloni sanguinosi nella zona nevralgica del campo.”

“Siamo un gruppo, vinciamo e perdiamo assieme. Baumann ha fatto anche buoni interventi. Dobbiamo aiutarlo, come dobbiamo venire incontro a chi magari sbaglia passaggi o reti.”

“Non abbiamo perso la partita perché non  abbiamo una nuova punta. Holender ha fatto il suo lavoro e le occasioni le abbiamo avute. Poi se arriverà qualcuno che potrà aiutare il gruppo ben venga. Si sono viste anche cose molto positive specie nel primo tempo.”

Freshfocus

Altri articoli

Prima Squadra
San Gallo-Lugano (0-1) 1
San Gallo-Lugano 3-1 (0-1)
Prima Squadra
San Gallo-Lugano (0-1) 2
San Gallo nuova bestia nera