Il FC Lugano resta nelle mani di Renzetti

    Il FC Lugano resta nelle mani di Renzetti

    L’attività della prima squadra bianconera e della società anonima che la controlla proseguono senza cambiamenti. Non ci sarebbe bisogno di scriverlo né di precisarlo se i mass media nostrani si fossero attenuti al comunicato ufficiale pubblicato su questo sito il 7 giugno e alle puntualizzazioni fatte dal presidente Angelo Renzetti il giorno seguente.

    Ma la smanìa di protagonismo di qualche giornalista, la concorrenza esasperata tra testate e l’ingenuità di chi si presta a giochetti di vario tipo rilanciando voci interessate quanto imprecise, mezze verità e illazioni ci costringono a puntualizzare la situazione. Lo facciamo non certamente per rincorrere i cinguettii e i presunti scoop ma per togliere dal disorientamento i tifosi, le autorità politiche e sportive e l’intera popolazione.

    Come scritto a suo tempo alcuni gruppi si sono fatti avanti manifestando interesse per entrare a vario titolo nell’azionariato societario. Nessuna di queste trattative è entrata in una fase che si potrebbe definire  importante, anzi si è trattato perlopiù di abboccamenti e di scambi preliminari.

    Tutte le notizie pubblicate negli scorsi giorni relative a importi, versamenti bancari, generalità dei presunti acquirenti e consulenti sono da considerare prive di fondamento.

    C’è da chiedersi chi abbia interesse in un momento delicato della stagione, in piena campagna abbonamenti, mercato dei giocatori, ricerca di nuovi sponsor e riorganizzazione del Team Ticino ad innalzare una cortina fumogena del genere.

    Sperando di non dover leggere e ascoltare ulteriori fake news sulla nostra società – una semplice telefonata di verifica eviterebbe figuracce ai giornalisti e danni all’immagine del club – ringraziamo i tifosi che in queste giornate hanno continuato a manifestare vicinanza ai colori bianconeri ognuno a modo suo, ma soprattutto rinnovando in massa gli abbonamenti stagionali.

    Commenta l'articolo