EL: Lugano-Malmoe

    EL: Lugano-Malmoe 0-0

    Altra bella prestazione europea del Lugano che purtroppo non è riuscito a conquistare la prima vittoria. Questo nonostante una superiorità sull’arco dei 90′ tanto che il Malmoe ha effettuato in totale due tiri in porta (uno per tempo) ambedue alti. I bianconeri hanno per contro avuto almeno tre o quattro occasioni da rete non sfruttate. Il primo tempo è stato di chiara marca bianconera, basti dire che il primo tiro degli svedesi (a lato) è arrivato al 41′ con Berget. Il Lugano dalla sua ha un bello scambio Holender-Bottani in apertura con il portiere ad anticipare in angolo la punta ticinese. Un minuto dopo è stato Holender a calciare di poco a lato. L’occasione più importante si è registrata al 37′ con un bel centro di Junior per la testa di Holender, anticipato proprio davanti alla porta da Bentsson.

    Anche nella ripresa le cose migliori le hanno mostrate i ragazzi di Jacobacci. C’è stata anche una rete di Vécsei al 57′ annullata per fuorigioco: il replay televisivo mostra che il centrocampista ungherese è partito in posizione regolare. Per il resto due capocciate di Junior su punizioni di Custodio parata dal portiere la prima e finita alta la seconda. Ancora il brasiliano è stato spinto mentre al 71′ stava indirizzando di testa in porta una palla di Aratore. Nessun intervento da parte dell’arbitro georgiano. Infine vanno registrate anche due conclusioni di Marco Aratore, una volta e l’altra parata dal brano Dahlin.

    Anche stavolta si è dimostrato che in Europa League nessuno è stato finora superiore a Maric e compagni: veramente peccato non riuscire a metterla dentro una volta. Ora la squadra è attesa domenica dal big match a Cornaredo contro il Basilea.

    SPETTATORI: 1’875

    AMMONITI: Nielsen, Bachirou, Trautaston, Lovric, <molins.

    LUGANO: Baumann, Yao, Maric, Daprelà, Lavanchy, Custodio, Vécsei, Junior, Bottani (57′ Gerndt), Aratore, Holender (80′ Lovric). Indisponibili: Crnigoj, Covilo, Da Costa, Rodriguez, Sabbatini, Sulmoni.

    MALMOE: Dahlin, Beijmo, Nielsen, Bengtsson, Safari, Traustason, Bachirou, Lewicki (30′ Innocent), Rieks, Rosenberg, Berget. 

    ARBITRO: Giorgi Kruashvili. Assistenti: Varamishvili e Zaza Pipia. Quarto arbitro: Georgi Vadachkoria.