fbpx
È morto Luigi Jori

È morto Luigi Jori

Un grave lutto ha colpito la grande famiglia bianconera. Nel suo rustico ad Arvigo, in valle Calanca, che tanto amava, in seguito a tragico incidente è morto martedì Luigi Jori, figura molto conosciuta nel panorama calcistico ticinese.Aveva 77 anni.  Agente di polizia cantonale di professione aveva sempre avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare giocando prima come portiere in diverse squadre e diventando poi allenatore. Molti anni or sono a Locarno aveva conosciuto l’attuale presidente dell’FC Lugano Angelo Renzetti del quale era divenuto grande amico. Nel 2011-2012 quando sulla panchina della prima squadra bianconera sedevano Davide Morandi prima e Raimondo Ponte poi, Luigi si era occupato della preparazione dei portieri (erano Francesco Russo e Michael Casanova). Al club e al suo presidente Jori era rimasto sempre legato, tanto che settimanalmente c’era un contatto telefonico. Era toccato all’esperto preparatore, un paio d’anni or sono, andare a visionare per una settimana durante gli allenamenti a Wil, l’attuale portiere bianconero Noam Baumann, facendone un rapporto estremamente positivo e sollecitandone l’ingaggio. “Lüis” com’era chiamato aveva lavorato anche per Locarno e Bellinzona ed era ancora attivo nell’US Giubiasco.

Con Luigi Jori ci lascia un personaggio generoso e competente, grande formatore e motivatore di portieri,  che rimarrà sempre nel cuore di chi l’ha conosciuto. Ai familiari le condoglianze da parte del presidente Renzetti e dell’intera famiglia bianconera.

Altri articoli

Settore Giovanile
Il Settore giovanile al completo sulla pista di Cornaredo
Prima Squadra
Jacobacci